Primavera non bussa 2017

1 e 2 aprile 2017

“Primavera non bussa”, giunta alla terza edizione, è un’occasione per festeggiare il risveglio della natura sulle note della canzone d’autore italiana. Dalle parole di “Un Chimico” di Fabrizio De Andrè, brano contenuto nel suo album “Non al Denaro non all’Amore né al Cielo” e tratto dall’Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters, prende il nome la Rassegna. Per fondere queste due anime dell’evento, il centro storico di Monte San Giusto fiorirà, Piazza Aldo Moro verrà invasa da: alberi, orti urbani e un manto verde che trasformerà per qualche giorno questo luogo d’incontro e di socializzazione in un giardino. Al centro della piazza sarà presente un’istallazione artistica temporanea, intitolata “Ascoltati Rinascere”. L’ideatore Mirko Pisacane, con l’aiuto del musicista Jacopo Ilari, ha pensato una spirale aurea formata da delle cassette della frutta, donate dai fruttivendoli locali, un orecchio sintonizzato sul mondo, un percorso sensoriale tra odori e suoni per riportare il visitatore all’ascolto più intimo in grado di evocare la paura, la sofferenza, la speranza e la vita. Una riflessione personale, ma anche un monito a mantenere alta l’attenzione, ricordando che i nostri borghi rinasceranno dalle avversità.

La cornice rinascimentale del Palazzo Bonafede allestita come un parquet d’erba, si arricchirà di un significativo elemento scenografico: tre ulivi, simbolo della rigenerazione e corrispondenti al numero delle edizioni della rassegna, saranno disposti su un asse invisibile che collegherà il nostro borgo a Genova, città che ha dato i natali a Fabrizio De André, un modo per rafforzare ulteriormente il ricordo e le emozioni che ci legano a Faber, a 18 anni dalla sua scomparsa.

L’ingresso è libero

PROGRAMMA

Sabato 1 Aprile

Dalle ore 16:00 sarà possibile ammirare le vetrine delle attività commerciali del centro storico, dedicate alle canzoni di Fabrizio De Andrè, l’installazione “Ascoltati Rinascere” e l esposizione delle foto partecipanti al concorso “ScattiAmo la Canzone”. Alle ore 16.30 sul prato del Cortile di Palazzo Bonafede si alterneranno:

– Jacopo Ilari ed Alessio Santoni apriranno il pomeriggio musicale;

– Il prof. Cesare Catà proporrà un intervento dal titolo “A proposito di Shakespeare e Edgar Lee Master “, un viaggio sul tema della vita e della morte negli autori della letteratura inglese che hanno tanto ispirato Fabrizio De André.

– Marta De LLuvia interpreterà alcuni suoi brani e letture in un reading dal titolo “In Sé Maggiore”

– Massimo Donno con il suo ultimo lavoro “Partenze” prodotto da Riccardo Tesi.

– Alle 21.30 Juan Carlos Flaco Biondini, chitarrista storico di Francesco Guccini, introdotto dalla Mabo Band e dagli artisti che si sono susseguiti nel pomeriggio.

Domenica 2 Aprile

Alle 10:30 la Banda Giovanile Interprovinciale delle Marche si esibirà per le vie cittadine.

Dalle 16:30:

– Roberta Giallo, cantautrice, autrice, performer teatrale, pittrice e scrittrice; presenterà il suo ultimo lavoro discografico “L’Oscurità di Guillame”.

– Piero Romitelli, promettente autore musicale, presenterà suoi brani inediti accompagnato dal pianista Fabio Capponi.

– Lucio Matricardi presenterà “Sogno Protetto”: uno spettacolo costituito da canzoni inedite, a rappresentare un viaggio dal sogno al risveglio. Sul palco saliranno anche i musicisti Antonio Felicioli (flauto traverso, sax soprano) e Gionni Di Clemente (chitarra acustica).

A chiusura della rassegna, avrà luogo la premiazione del Concorso Fotografico “Scattiamo la Canzone” visitabile presso il Cortile di Palazzo Bonafede e del Premio Vetrina di Primavera “Faber ed i Fiori” per le attività commerciali del Centro Storico.

IL CONCORSO FOTOGRAFICO:

La Pro Loco Monte San Giusto, l’Associazione Culturale Bonafede e l’Ente Clown&Clown Festival con il Patrocinio del Comune di Monte San Giusto hanno indetto un concorso fotografico dal titolo “ScattiAmo la Canzone” nel contesto della Rassegna della Canzone d’Autore “Primavera Non Bussa”.

Il concorso è volto a favorire la realizzazione e la raccolta di foto che non siano solo una mera ricostruzione grafica di una canzone o una strofa, ma che suscitino emozioni e riescano a trasportarci all’interno dei testi scelti. Noi tutti abbiamo nel cuore una canzone o un ricordo legato ad essa. Si tratta di raffigurare o interpretare la canzone (o la strofa) a cui si vuole fare riferimento secondo il punto di vista del cuore.

Clicca qui per scaricare il bando

Per Informazioni, Regolamento e premi:

Tel: +39 347 3573408
Pagina Facebook: Primavera non bussa
Email: primavera.cittadelsorriso@gmail.com

1/1

Primavera non bussa 2016

3, 9 e 10 aprile 2016

“Primavera non bussa” è la rassegna di Canzone d’Autore che viene proposta il 3, il 9 ed il 10 aprile nella Città del Sorriso e che prende spunto dalle parole di “Un Chimico” di Fabrizio De Andrè, brano contenuto nel suo album “Non al Denaro non all’Amore né al Cielo” e tratto dall’Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters. Un omaggio a Faber che a 17 anni dalla sua scomparsa continua a far emozionare e riflettere vecchie e nuove generazioni. L’ingresso è libero, ma in cambio viene richiesta attenzione, partecipazione e predisposizione alle emozioni.

GLI APPUNTAMENTI:

Domenica 3 aprile: alle 17.30 saranno i giovani ragazzi del gruppo Senzassenso ad aprire la rassegna con una esibizione in cui presenteranno al pubblico alcuni brani del loro “Banalità da Circo”. A seguire Luciano Monceri, arpista e chitarrista dei gruppi di musica etnica Ogam e Mortimer Mc Grave.

Sabato 9 aprile: alle ore 17.00 si parte con seguitissimo Gio Evan, poi Luca Bassanese, cantautore vicentino fuori dagli schemi, che presenterà lo spettacolo “La vita è un istante, d’amore ed altre cose” con Stefano Florio, chitarrista e produttore artistico, la violoncellista Valentina Cacco e la voce di Elodie Lebigre. Alle ore 21.00 verrà proiettato “Effedia, sulla mia cattiva strada”, film di Teresa Marchesi. E’ il primo documentario biografico prodotto da Dori Ghezzi ed è uno sguardo completo sulla carriera del marito, Fabrizio De Andrè.

Domenica 10 aprile: lungo il centro storico, durante la 26a fiera di Primavera, si esibirà Paolo Sgallini, One Man Band, che alle 16.30 accompagnerà il pubblico verso il cortile di Palazzo Bonafede, che per l’occasione sarà ricoperto da un’istallazione con un vero prato d’erba. In apertura Emanuele Colandrea(tra i 16 finalisti dell’edizione 2016 di Musicultura) presenterà il suo nuovissimo lavoro “Un giorno di vento”. A seguire si esibirà Mirco Menna. Graditissimi ospiti della rassegna saranno i ragazzi dell’Orchestra d’Archi del Conservatorio “G.B.Pergolesi” di Fermo che accompagneranno Mirco Menna in un originale omaggio a Fabrizio De Andrè.